Nel Territorio Libero di Trieste governa la #follia.

È Inaccettabile aver blindato e militarizzato una Piazza pubblica, che fin dall’antica Grecia rappresenta il cuore della #democrazia, il luogo della polis in cui il #popolo fa sentire la sua voce.

Queste le mie parole pronunciate in veste di Consigliere Comunale di Trieste, nel pieno delle mie funzioni di pubblico ufficiale eletto dal #Popolo.

A qualsiasi costo, anche della mia stessa vita terrena, non tradirò mai il mio mandato, e rimarrò sempre dalla parte giusta della barricata.

Simbolicamente la Piazza vuota di ieri sera, che plotoni di polizia e carabinieri difendevano con gli idranti e fumogeni pronti, rappresenta quel Potere invisibile, marcio e corrotto, che governa nell’ombra i popoli della…
Comunicato stampa – con richiesta di pubblicazione

Rispondo in particolare alle dichiarazioni di Russo, fatte in questi giorni riguardo al Consiglio Comunale in presenza.
Per me è inaccettabile che lui basi le sue gravi dichiarazioni su una raccolta firme online fatta su Change, una piattaforma che fa parte del Media Consortium di George Soros, che profila e vende i dati di chi firma, e soprattutto non ha nessuno valore legale, oltre al fatto che può firmare chiunque da qualsiasi parte del pianeta usando anche profili falsi. Ricordo che sulla stessa piattaforma è in corso una raccolta firme online “ Libertà di scelta per il vaccino. No al Green Pass “ che ha raggiunto le 200 mila firme ( https://www.change.org/p/libertà-di-scelta-per-il-vaccino-no-al-green-pass-no-all-obbligo-vaccinale) .
Perché lui, Laterza e la Richetti non fanno una bella petizione ufficiale con autentica di firma così vediamo quante firme reali raccolgono su Trieste o magari un bel referendum insieme a quello proposto per l’ovovia ?

Io sono d’accordo solo su una cosa, nel fare il Consiglio Comunale in presenza, però senza greenpass, che assolutamente non può discriminare chi liberamente sceglie di non vaccinarsi come sancisce la direttiva EU che lo introduce. Oltre al fatto che il greenpass viola la Costituzione e la carta dei Diritti Umani.

Poi stando alla “narrativa ufficiale” anche chi è vaccinato può contagiare, come dimostrano i positivi del festino privato del Sindaco Dipiazza. Quindi per coerenza lui dovrebbe pretendere che venga richiesto anche l’esito di un test covid negativo prima di partecipare in presenza. In merito a ciò :

il Presidente del Tribunale dell’UE sospende l’obbligo di green pass per i cinque eurodeputati, e dipendenti del Parlamento ricorrenti all’obbligo di presentare il greenpass.
Grazie ad una sospensiva decisa dal Tribunale dell’Ue da lunedì 5 novembre non sarà necessario esibire il green pass per accedere al Parlamento europeo fino alla decisione della Corte nel merito.
Questo il provvedimento del presidente del Tribunale Marc van Der Woude, non rede più obbligatorio presentare il green pass e si può accedere agli edifici del Parlamento con la semplice presentazione di un autotest negativo. In caso di risultato positivo, questo test deve essere seguito da un test PCR. In caso di esito positivo di quest’ultimo test, il Parlamento europeo può rifiutare ai richiedenti l’accesso ai suoi locali.

Quindi ribadisco che per una loro coerenza nelle posizioni politiche prese, non dovrebbero richiedere l’esibizione del greenpass , che per noi Consiglieri Comunali non è nemmeno previsto, ma dovrebbero chiedere un auto test negativo, seguito in caso di esito positivo da un test PCR . Che ricordo non ha nessun valore diagnostico, ha un errore del 50% , si può truccare perché basta amplificare i cicli nel macchinario, e soprattutto ad oggi non è mai stato isolato nessun covid-19 ma sono state trovate 2 milioni di varianti della comunissima famiglia di coronavirus , naturalmente presente nei nostri corpi e particolarmente in chi ha contratto l’influenza stagionale. Le morti “covid” , mai ancora dimostrate , restano omicidi colposi di stato perché sono stati applicati protocolli sbagliati, calati dall’alto da organizzazioni criminali e piene di “conflitti d’interesse” come l’OMS.
Questa influenza si cura benissimo con protocolli corretti di cura, come hanno dimostrato molti medici come De Donno e Amici, che non hanno perso nemmeno un loro paziente.

In conclusione, visto che continuano a dire che siamo una minoranza, ricordo a Russo e Dipiazza, che in realtà la minoranza sono loro . Insieme rappresentano il 30 % dei Triestini, sono semplicemente stati premiati dal voto clientelare e dal fatto che i cittadini non sono andati a votare perché stufi di essere traditi dalla politica.

Su una cosa Russo ha ragione il Sindaco mi teme e tengo in scacco il Consiglio Comunale, perché è consapevole che nonostante abbia preso il 5% in realtà rappresento il 60 % dei triestini . Il 30 % non si è vaccinato , un altro 30% si è vaccinato per ricatto sociale e lavorativo , ma soprattutto almeno il 60% dei triestini è contro il greenpass, e la dimostrazione sono i cortei cittadini con oltre 30/40 mila persone.

Io sono pronto alla sfida con un referendum cittadino sul greenpass per dimostrare quanto dico, loro ?

Il Consigliere Comunale 3V di Trieste
Dott. Ing. Ugo Rossi

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*