Nessuno vaccina i bambini. (fortunatamente)

«La vaccinazione pediatrica nel nostro paese è andata malissimo». Queste le parole di Roberto Burioni a “Che tempo che fa” sui risultati della campagna per la somministrazione del vaccino covid ai bambini.

Il professore, che da tempo presenzia in modo fisso negli studi televisivi della Rai, diventato famoso per i suoi “spiegoni” (senza alcun contraddittorio), si dice rammaricato per il fallimento della campagna vaccinale sui più piccoli: «Una catastrofe, una Caporetto. La vaccinazione pediatrica nel nostro paese è andata malissimo. Nella fascia 5-11 la media è del 33%, in alcune regioni siamo a livelli molto bassi. E’ importante tentare di convincere i genitori, che sono tantissimi».

Burioni, Professore di fama nazionale, famoso per le sue previsioni quasi mai azzeccate ed i suoi tweet provocatori contro gli odiati “no vax”, è noto ai più anche per via del suo integralismo rispetto al tema della vaccinazione. È risaputo infatti che Burioni, se potesse, vaccinerebbe anche le piante grasse che ha sul davanzale; non stupisce quindi il suo pubblico monito di correre a vaccinare gli infanti.

In Italia meno di un bambino su dieci nella fascia di età 5-11 anni si è sottoposto alla somministrazione del vaccino anti-covid. Secondo la Fondazione GIMBE, nella fascia 5-11 anni sono state somministrate 2.417.151 dosi: 1.370.966 bambini hanno ricevuto almeno 1 dose di vaccino (di cui 1.225.734 hanno completato il ciclo vaccinale), con un tasso di copertura nazionale che si attesta al 37,3% con nette differenze regionali (dal 20,2% della Provincia Autonoma di Bolzano al 53,7% della Puglia).

Fonte: Il Paragone

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*